window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'UA-58090058-1');

Gli eco-hotel certificano anche la gestione dei loro rifiuti

Il rispetto dell’ambiente non va mai in vacanza. Anzi, spesso sono proprio i momenti di relax che permettono di prendersi più tempo per salvaguardare il Pianeta.

Sarà divertente, ma viaggiare è molto impattante sul Pianeta: uno studio dell’Università di Sidney ha rivelato che l’impronta ecologica del turismo è circa quattro volte più grande di quanto si pensasse.

Il turismo produce infatti circa l’8% delle emissioni globali di Gas Serra, e si prevede crescerà del 4% ogni anno.

Il settore alberghiero si è dimostrato particolarmente sensibile al tema  e sta adottando sempre più un atteggiamento “eco” non solamente per rispondere alla crescente attenzione posta dai viaggiatori verso le soluzioni green proposte, ma anche perché l’ecosostenibilità è una leva di marketing importante, capace di qualificare un ambito delicato – e fondamentale per l’economia italiana –  quale è quello dell’accoglienza.

Così i cosiddetti Eco-hotel si stanno sempre più diffondendo e persino una piattaforma come Tripadvisor ha ritenuto di creare uno speciale distintivo (una fogliolina) per identificare le caratteristiche “eco” dell’albergo. 

Ma per essere green, un hotel non deve limitarsi ad acquistare prodotti ecocompatibili, togliere la plastica usa e getta dalle camere e dal ristorante, scegliere  il “km zero” per rifornire la cucina e attingere energia da fonti rinnovabili. Occorre “chiudere il cerchio”, ovvero fare un passo ulteriore e assicurarsi che anche tutti i propri rifiuti possano seguire un percorso – corretto ma soprattutto certificato – di raccolta, trattamento e recupero. Un albergo produce inevitabilmente rifiuti particolarmente inquinanti: batterie, sorgenti luminose, apparecchi elettronici. Essere plastic free non è sufficiente se si vuole dare un reale contribuito alla causa ambientale.

Ecolight Servizi garantisce la miglior soluzione per i rifiuti, assicurando la chiusura del cerchio: ad un approvvigionamento di prodotti “eco” ci sarà anche un trattamento sostenibile dei rifiuti nel rispetto della norma, ma soprattutto nel rispetto dell’ambiente.

Essere green non è una scelta straordinaria, ma si declina in ogni azione che facciamo quotidianamente.

Ecolight – Costituito nel 2004, è uno dei maggiori sistemi collettivi per la gestione dei Raee, delle Pile e degli Accumulatori. Il consorzio Ecolight, che raccoglie quasi 1.800 aziende, è il secondo a livello nazionale per quantità di immesso e il primo per numero di consorziati. È stato inoltre il primo sistema collettivo in Italia ad avere le certificazioni di qualità ISO 9001 e ISO 14001. È punto di riferimento per la grande distribuzione (Gdo) e tratta tutte le tipologie di Raee.

Print Friendly, PDF & Email
2020-02-10T11:48:41+01:0010 Febbraio, 2020|Sostenibilità|