E.ON ottiene la Certificazione Carbon Footprint ISO 14064-1 con ICMQ

e-on su magazine qualitàE.ON – multinazionale dell’energia con sede in Germania e attivo anche in Italia – ha concluso l’iter di misurazione delle emissioni di CO2 legate a tutte le attività aziendali, impegno preso rafforzare l’impegno nel ridurre il proprio impatto climatico.

La valutazione di Carbon Footprint è stata condotta in conformità allo standard ISO 14064-1, con convalida effettuata da parte dell’ente di certificazione ICMQ; il processo ci calcolo e di rendicontazione delle emissioni è stato svolto collaborazione con Rete Clima, ente tecnico non-profit.

Si rafforza così il percorso di E.ON verso la riduzione delle emissioni e che ha già portato il gruppo ad evitare l’emissione di 99 milioni di tonnellate di CO2 all’anno. E.ON ritiene, infatti, che per ridurre ulteriormente l’impatto ambientale di tutte le società del gruppo sia necessaria una misurazione secondo uno standard riconosciuto a livello internazionale, come punto di partenza per stabilire i nuovi progressi che verranno prodotti in tal senso.

La Carbon Footprint di una organizzazione (CFO), rappresenta l’impronta di carbonio complessiva della stessa organizzazione riguardo la totalità delle emissioni di GHG (Greenhouses Gases), ovvero i gas effetto serra, associate alle sue attività.

In particolare, sono state oggetto della misurazione: l’impatto emissivo della vendita di energia elettrica e gas e delle soluzioni; la mobilità della rete di venditori ed installatori; la mobilità relativa agli spostamenti casa-ufficio dei dipendenti, oltre che di Moving@E.ON – l’innovativa flotta elettrica di e-bike ed e-car disponibili per i dipendenti E.ON; l’impatto energetico delle varie sedi e punti E.ON sul territorio italiano; gli acquisti di “beni e servizi” come per esempio: PC, Smartphone, servizio di fatturazione, Hosting IT, campagne media e non solo.

Nello specifico per le ultime due campagne mediatiche – “ECOjouer” e “E’ tempo di agire” E.ON ha consolidato la collaborazione con Rete Clima, che ha valutato l’impronta di carbonio di entrambe le campagne lanciate nel 2021, ai fini di una successiva neutralizzazione tramite sostegno ad un progetto eolico certificato Gold Standard, raggiungendo la loro carbon neutrality.

La strategia che E.ON ha deciso di attuare per compiere ulteriori progressi nella diminuzione delle emissioni di CO2 prodotte dalle attività di E.ON e delle altre società del gruppo passa attraverso la misurazione delle emissioni e la relativa riduzione. Decidere di intraprendere l’iter che ha portato E.ON all’ottenimento della certificazione Carbon Footprint ISO 14064-1 è stato fondamentale perché ha consentito di approfondire la tracciabilità delle emissioni prodotte e, aspetto non meno importante, coinvolgere i dipendenti, aumentando la consapevolezza, su questo tema di importanza strategica per il gruppo. Il processo di ottenimento della certificazione ha permesso a tutte le figure presenti in azienda di acquisire competenze interne utili ad accrescere la consapevolezza di come ogni attività dell’organizzazione possa avere un impatto sull’ambiente. Saperlo calcolare sarà di fondamentale importanza per E.ON al fine di compiere azioni decise per ridurre tale impatto.

2022-01-27T16:46:41+01:00Gennaio 27th, 2022|News|
Torna in cima