Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Dop e Igp. L’Italia domina la classifica Ue della qualità agroalimentare

dop-igp-loghi-nuoviChi guida la classifica Ue della qualità nel settore agroalimentare?

Questa la domanda che si legge nel titolo di una comunicazione realizzata da Aymone Lamborelle, Samuel White e Sarantis Michalopoulos per Euractiv, portale di informazione europea.

La risposta è semplice ed illustrata in una infografica: l’Italia.

Con un totale di 293 prodotti, di cui 110 ortofrutticoli, il nostro Paese domina infatti la classifica dei prodotti food registrati sotto i regimi di qualità europei Dop, Igp e Stg.

Stando a quanto si apprende dal portale, i Paesi dell’Europa del Sud spiccano nel contesto comunitario, rappresentando il 70% del numero totale delle denominazioni. Dietro l’Italia si piazzano la Francia (242 prodotti con 55 ortofrutticoli), la Spagna (194 con 62 ortofrutticoli), il Portogallo (138 con 28 frutti e verdure) e poi la Grecia (104 di cui 44 prodotti ortofrutticoli).

Il primo Paese del Centro e Nord Europa a seguire questi regimi di qualità è la Germania, che conta 89 prodotti certificati.

Una delle maggiori preoccupazioni è rappresentata dalla contraffazione di tali produzioni.

La pubblicazione riporta poi una dichiarazione di Phil Hogan, commissario europeo per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale, secondo il quale sarebbe utile dare un maggiore rilievo nell’Unione europea al fatto che “godiamo della più alta qualità e delle migliori norme sulla sicurezza alimentare nel mondo“.

Phil Hogan ha sempre mostrato attenzione per l’agroalimentare italiano.

E’ sua una dichiarazione durante il suo intervento alla inaugurazione del 264esimo anno accademico dei Georgofili a Palazzo Vecchio, a Firenze la scorsa primavera. In quella occasione dichiarò infatti che “l’agricoltura europea deve ispirarsi all’attitudine italiana verso la qualità, (con uno specifico riferimento al numero di prodotti alimentari a marchio Dop e Igp), perché questa filosofia sta portando molti risultati”.

2017-08-03T13:43:53+01:00Agosto 3rd, 2017|News|
Torna in cima