Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Coperture e rivestimenti: ad ognuno la propria figura professionale

In ambito edile la normativa tecnica trova ampia applicazione. È il caso della recente realizzazione da parte della commissione Prodotti, processi e sistemi per l’organismo edilizio di due norme che interessano figure professionali specifiche: la UNI 11418 parte 1 e la UNI 11515 parte 2.

Vediamole qui di seguito.

Il primo documento definisce i requisiti relativi all’attività professionale del posatore di manti di copertura discontinui, ossia del soggetto professionale operante nell’ambito dell’applicazione di prodotti per la realizzazione di manti di copertura discontinui, in forma di tegole, piccoli elementi o lastre o pannelli, dei relativi materiali di supporto, compresi quelli necessari ad ottenere le specifiche prestazioni richieste alle coperture (isolamento termico, tenuta all’aria, all’acqua, al vapore acqueo, ecc.), esclusi i materiali e le tecnologie utili alla realizzazione degli elementi strutturali che possono essere definiti parte integrante dell’organismo strutturale dell’edificio (solai in CA, legno o altri materiali) escluse altresì le opere di lattoneria.

Nella descrizione dell’attività professionale del posatore di manti di copertura discontinui, ai fini della corretta esecuzione delle lavorazioni, in relazione al tipo di manto di copertura richiesto e alle caratteristiche del solaio su cui posare il manto ed i relativi materiali di supporto, possono essere impiegate diverse tipologie di prodotti che richiedono differenti modalità applicative.

Per tali ragioni, si è ritenuto opportuno definire più profili specialistici ai fini dell’esercizio della professione, in quanto la particolarità e peculiarità di alcune lavorazioni proprie del “posatore di manti di copertura discontinui” si configurano come vere specializzazioni. Questi requisiti sono specificati, a partire dai compiti e attività specifiche identificati, in termini di conoscenza, abilità e competenza in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (European Qualifications Framework – EQF) e sono espressi in maniera tale da agevolare e contribuire a rendere omogenei, per quanto possibile, i processi di valutazione e convalida dei risultati dell’apprendimento.

All’interno della norma sono riportati i seguenti riferimenti normativi:

  • UNI 11418-2 Coperture discontinue – Qualifica dell ‘addetto alla posa in opera delle coperture discontinue – Parte 2: Linea guida ed istruzioni per la posa in opera
  • UNI CEI EN ISO/IEC 17024 Valutazione della conformità – Requisiti generali per organismi che eseguono la certificazione di persone

Il secondo documento definisce la figura del posatore di rivestimenti resilienti e laminati per pavimentazioni, per quanto concerne la creazione o preparazione del sottofondo, l’installazione delle pavimentazioni, la messa in servizio, la manutenzione ordinaria e straordinaria; anche con specifiche prestazioni acustiche, di resistenza al fuoco, antiscivolo, ecc., in edifici residenziali e non residenziali, di nuova costruzione ed

esistenti, e la realizzazione di sgusce, la saldatura a caldo dei giunti, la saldatura chimica e l’installazione di eventuali battiscopa.

Anche in questo caso i requisiti sono specificati, a partire dai compiti e attività specifiche identificati, in termini di conoscenza, abilità e competenza in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (European Qualifications Framework – EQF). È inoltre riportato il livello dell’attività professionale in conformità a quanto previsto dall’EQF.

Informazioni per l’acquisto

UNI 11418-1:2020 “Coperture discontinue – Qualifica dell’addetto alla posa in opera delle coperture discontinue – Parte 1: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza”

Euro 72,00 + iva (in lingua italiana)

UNI 11515-2:2020 “Rivestimenti resilienti e laminati per pavimentazioni – Parte 2: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza dei posatori”

Euro 46,00 + iva (in lingua italiana)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi. L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Divisione Vendite

Tel. 0270024200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì) –Email: vendite@uni.com

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

UNI su Magazine Qualità

2020-09-10T07:54:23+01:00Settembre 10th, 2020|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima