window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'UA-58090058-1');

Confermata ISO 14001 al Consorzio NIP di Maniago con Kiwa

Concluse le verifiche da parte dell’organismo accreditato Kiwa Cermet Italia, il Consorzio NIP ha ottenuto la conferma della Certificazione Ambientale UNI EN ISO 14001 perseguita dal Consorzio in maniera volontaria e autonoma nel 2006.

L’audit ha esaminato il rapporto ambientale aggiornato disegnando un quadro preciso di tutti i servizi gestiti ed erogati dal Consorzio ai propri insediati, accertando la conformità ai requisiti applicabili della norma di riferimento relativamente all’idoneità delle strutture, alle procedure di controllo degli appaltatori selezionati, alle metodologie operative adottate al rispetto degli obblighi di conformità.

Tra i vari servizi verificati da Kiwa Cermet Italia in ottica ambientale, ci sono anche la gestione del servizio idrico integrato nelle 5 Zone Industriali, la manutenzione del verde e la pulizia delle aree comuni, la manutenzione degli impianti fotovoltaici e dei presidi antincendio, il servizio di illuminazione pubblica, quello di sgombero neve e antighiaccio, nonché la manutenzione delle strade.

“La Certificazione Ambientale – ha affermato l’ing. Paolo Pivato, Responsabile Tecnico e Ambientale del NIP – conferma l’impegno del nostro Consorzio a farsi garante in prima persona di uno sviluppo socio-economico sostenibile, in quanto da sempre la politica ambientale è per noi un asset strategico. Da parte del NIP c’è la massima collaborazione e trasparenza anche nella gestione delle emergenze, come nel caso di quella idrica, sulla quale proprio ieri abbiamo organizzato un incontro di aggiornamento e coordinamento con le aziende”.

“L’impegno profuso in questi anni dal Consorzio NIP – dichiara la dott.ssa Adriana Baffetti, Responsabile degli Schemi di Certificazione Ambientali di Kiwa Cermet Italia – è riscontrabile dai miglioramenti ottenuti nell’applicazione delle procedure di gestione ambientale messe in campo, ad esempio, per quanto riguarda le attività di sorveglianza e di audit svolte nei confronti dei fornitori/appaltatori che operano direttamente nell’erogazione dei servizi o nella capacità di gestire in modo proattivo tutte le richieste che provengono dagli stakeholder in materia di tutela ambientale”.

Print Friendly, PDF & Email
2019-12-06T17:20:21+01:006 Dicembre, 2019|News|