Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Coldiretti Piemonte: cresce la produzione e la qualità delle nocciole IGP

Nocciole Piemonte IGPBoom di produzione per la Nocciola Piemonte IGP.

I numeri parlano chiaro: in Piemonte, soprattutto nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo, la superficie complessiva coltivata è di quasi 20 mila ettari di cui 15 mila sono impianti attivi e la produzione totale di nocciole è di 240 mila quintali di cui 103 mila certificati IGP. Oltretutto, la corilicoltura si sta sviluppando anche nel torinese e nel nord Piemonte.

Produzione in crescita per la Nocciola Piemonte Igp – evidenziano Delia Revelli presidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederalee le previsioni confermano questo trend anche per i prossimi anni. Sicuramente il riconoscimento IGP, ottenuto ormai 10 anni fa, ha fatto sì che questo prodotto sia identificato anche a livello internazionale tra le eccellenze del nostro territorio. Ora è terminata la raccolta su cui ha certamente influito la prolungata siccità ed anche le gelate tardive della scorsa primavera, ma gli eventi atmosferici non hanno influito sulla qualità che si conferma ottima. Inoltre, le nocciole rappresentano una alternativa all’utilizzo dell’olio di palma per questo siamo predisposti a trovare formule sperimentali e nuovi contratti di filiera per far fronte alle necessità dell’industria dolciaria le cui richieste sono in aumento. L’obiettivo – concludono Revelli e Rivarossa – è quello di continuare a valorizzare il prodotto e di mettere in campo attività di promozione per far sì che questa eccellenza sia sempre più tutelata e conosciuta anche oltre i confini nazionali.”

A livello organolettico, la Nocciola Piemonte IGP ha delle proprietà che la contraddistingue in modo particolare: ad esempio, rispetto ad altre tipologie è indicata per la preparazione di pregiati cioccolatini la cui ricetta prevede che rimanga intera.

Inoltre è impiegata in diverse produzioni dolciarie, dalle più classiche barrette di raffinata cioccolata da 100 grammi, per la cui preparazione ne servono da 22 a 25, fino a torte e creme golose ma viene utilizzata anche per la preparazione di primi e secondi piatti quali pasta ripiena, tagliatelle e arrosti.

2017-11-16T19:01:41+01:00Novembre 16th, 2017|News|
Torna in cima