Cioccolato di Modica IGP, quota export al 25% della produzione

Origine e autenticità al centro per il primo prodotto DOP IGP con Passaporto Digitale

Il Consorzio di tutela conferma CSQA per i controlli

sulle oltre 200 tonnellate della filiera certificata in nome della qualità

Cioccolato Modica su Magazine Qualità

L’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e Repressione Frodi (ICQRF) dei prodotti agroalimentari del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha rinnovato, con il Decreto Ministeriale 564504 del 28 ottobre 2021, l’autorizzazione a CSQA Certificazioni ad effettuare i controlli per l’Indicazione Geografica Protetta Cioccolato di Modica.

Un’eccellenza simbolo del ricco paniere dei prodotti DOP IGP della Sicilia, una regione che vanta 67 prodotti tutelati, di cui 36 agroalimentari e 31 vitivinicoli, e genera un valore economico pari a 534 milioni di euro posizionandosi al nono posto in Italia per impatto economico (Dati Ismea-Qualivita 2020).

Il Cioccolato di Modica IGP, primo e unico cioccolato al mondo tutelato come DOP IGP dal 2018, contribuisce con oltre 3,3 milioni di euro di valore alla produzione, grazie a 200 tonnellate di prodotto certificato di cui oltre il 25% destinato al mercato estero.

Una unicità legata anche all’attenzione all’innovazione: il Cioccolato di Modica IGP è infatti il primo prodotto a Indicazione Geografica a dotarsi del Passaporto Digitale, la tecnologia evoluta con contrassegno di sicurezza e App a garanzia di origine, autenticità e informazioni di prodotto, realizzata dal Poligrafico e Zecca dello Stato con la supervisione di CSQA Certificazioni e la Fondazione Qualivita.

“Il Consorzio di tutela conferma l’incarico a CSQA per i controlli sulla filiera certificata e ribadisce la volontà di ampliare le prospettive del Cioccolato di Modica IGP puntando sulla qualità delle materie prime utilizzate, in particolare” – dichiara Nino Scivoletto Direttore del Consorzio – “per il cacao, dove stiamo puntando alla sottoscrizione di accordi con alcuni Paesi, grazie alla mediazione dell’IILA, per la selezione di cacao di eccellente qualità, di sicura tracciabilità ed eticamente sostenibili. Sul fronte dello zucchero, siamo impegnati a valorizzare l’unica filiera corta dello zucchero italiano al 100% che associa, sotto il marchio Italia Zuccheri, 5000 aziende agricole. Di rilevante interesse l’impiego sempre più ricercato del Cioccolato di Modica IGP, quale ingrediente nei prodotti trasformati dai gelati ai lievitati”.

“La nostra conferma quale Ente di controllo del Cioccolato di Modica IGP” – afferma Pietro Bonato, Direttore Generale e AD di CSQA – “è il risultato di un importante lavoro sul fronte dei controlli, volti alla garanzia e tutela di uno storico prodotto siciliano riconosciuto e apprezzato dal mercato e dai consumatori.  La realizzazione del Passaporto Digitale, frutto della collaborazione sinergica con il Consorzio di tutela, il Poligrafico dello Stato e Fondazione Qualivita è la conferma dell’impegno sul fronte dell’innovazione per i prodotti a denominazione di origine. Siamo felici di proseguire sul percorso intrapreso e della rinnovata fiducia nella nostra società sul fronte della valorizzazione dei prodotti tipici”.

Il Cioccolato di Modica IGP conferma il valore del portfolio prodotti DOP IGP certificato da CSQA, che comprende ad oggi 69 Indicazioni Geografiche: un dato che sottolinea la volontà di accompagnare sempre di più lo sviluppo delle filiere agroalimentari di qualità, simbolo del made in Italy e della vocazione dei territori.

2021-11-25T09:07:01+01:00Novembre 25th, 2021|Alimentari|
Torna in cima