Capraia Smart Island Filiera Ittica Sostenibile

La premiazione online dei vincitori dei due concorsi

Innovazione Filiera Ittica Sostenibile Finanza Sostenibile per il Mediterraneo

Si è tenuta oggi, via web sulla piattaforma Zoom, la premiazione dei due premi promossi nell’ambito della prima edizione (online) di Capraia Smart Island Filiera Ittica Sostenibile, il nuovo evento promosso dall’associazione Chimica Verde Bionet, in collaborazione con Legacoop Agroalimentare  Dipartimento Pesca. I vincitori dei due riconoscimenti – il Premio  Innovazione Filiera Ittica Sostenibile e il Premio Finanza Sostenibile per il Mediterraneo – erano già stati annunciati nel corso del webinar conclusivo della manifestazione, lo scorso 24 settembre, e questa mattina sono stati premiati da Mauro Lusetti, presidente Nazionale Legacoop e Cristian Maretti di Legacoop Agroalimentare, nel corso di un convegno che ha tracciato un bilancio positivo della prima edizione dell’evento e ha lanciato l’appuntamento per l’edizione in presenza prevista il prossimo anno sull’isola di Capraia.

L’intervento del sottosegretario Giuseppe L’Abbate

Durante il webinar è intervenuto anche il sottosegretario al Mipaaf Giuseppe L’Abbate, che ha sottolineato il ruolo cardine dell’innovazione e della sostenibilità –  economica, sociale e ambientale – per il rilancio del settore ittico. “Dobbiamo cambiare il nostro paradigma operativo – ha detto inoltre L’Abbate –  bisogna creare delle filiere e valorizzare sempre di più il pescato, in modo da tutelare gli stock. Se non entriamo in questa logica il settore ittico continuerà a soffrire”.

Il nostro Paese – ha sottolineato poi il sottosegretario al Mipaaf – ha bisogno di innovazione. La produttività riparte infatti con innovazione, investimenti e attenzione al mondo della ricerca. Se riusciamo a puntare sui questi elementi rimetteremo il Paese sui binari della crescita”. 

Accendere i riflettori sulle aziende che fanno innovazione

Siamo molto soddisfatti della prima edizione di Capraia Smart Island Filiera Ittica Sostenibile che si è appena conclusa”, hanno sottolineato Angelo Petruzzella, della Direzione Nazionale di Legacoop Agroalimenttare e Sofia Mannelli, presidente dellassociazione Chimica Verde Bionet. L’evento, che ha visto la partecipazione di aziende, associazioni e rappresentanti delle istituzioni, ha acceso i riflettori sulle tante imprese del settore che nel nostro Paese hanno saputo puntare sull’innovazione e sulla sostenibilità per affrontare il mercato in modo vincente. Si tratta di aziende, spesso pioniere, che sanno sfruttare gli input provenienti dalla ricerca scientifica per migliorare le loro performance, mostrando come la sostenibilità – sociale, ambientale ed economica – sia un un obiettivo raggiungibile, nonché un elemento chiave per affrontare scenari globali sempre più competitivi. Auspichiamo che questo percorso virtuoso, incentrato sulla messa a fattor comune di competenze e sulla creazione di reti di collaborazione, trovi un altro importante step nella prossima edizione di Capraia Smart Island, che contiamo di organizzare in presenza sull’isola di Capraia il prossimo anno”.

Sostenibilità nella pesca, i temi del workshop

Nel corso della mattinata si è tenuto inoltre un seminario di approfondimento intitolato “La sostenibilità della pesca: misure possibili, partecipazione e co-gestione”, con l’intervento di  Maria Teresa Spedicato – Direttore Scientifico della Cooperativa COISPA Tecnologia & Ricerca. Un momento di approfondimento tecnico sulle modalità più efficaci per declinare al meglio la sostenibilità nella filiera ittica, tenendo conto delle diverse prospettive e dell’esigenza di coniugare produttività e rinnovabilità delle risorse, seguire percorsi partecipati e delineare diversi scenari di gestione.  L’intervento ha fornito alle aziende una serie di spunti di riflessione per potenziare il loro business in chiave green.

I VINCITORI

Premio “INNOVAZIONE – Filiera Ittica Sostenibile”

Ad aggiudicarsi i due premi in denaro da 1500 euro ciascuno, messi in palio dal Premio INNOVAZIONE – Filiera Ittica Sostenibile” nella categoria pesca e in quella acquacoltura sono stati:

CATEGORIA PESCA

VINCITORE: Coop. Pescatori dello Jonio (Porto Cesareo). La cooperativa Pescatori del- lo Jonio in questi anni ha portato avanti importanti collaborazioni con istituti di ricerca, LegaCoop Puglia e lArea Marina Protetta. Lazienda concilia in modo efficace le attività di pesca con le politiche di sviluppo sostenibile, attraverso la realizzazione di importanti progetti innovativi legati alla riduzione dello sforzo di pesca e alle pratiche di diversificazione e di tutela dellecosistema marino.

CATEGORIA ACQUACOLTURA

VINCITORI ex aequo:

Maricoltura di Capraia La Cooperativa, situata a Capraia, allinterno del Parco Nazio- nale Arcipelago Toscano, è nata nel 1998 da un progetto di sperimentazione regionale per allevare orate e spigole in acque incontaminate nel pieno rispetto dellecosistema marino.

Reho Mare – Lazienda si occupa della pesca di spigole, orate ed ombrine in un impianto di maricoltura a 2 km dalla costa salentina. Il tutto abbinando innovazione e tutela dellecosistema marino. I processi di trasformazione del pesce si svolgono invece a Gallipoli.

Sono state inoltre assegnate due menzioni speciali:

CATEGORIA PESCA

MENZIONE SPECIALE: Impresa ittica di Matteo Bambini, con sede a Porto Garibaldi (Ferrara)

CATEGORIA ACQUACOLTURA

MENZIONE SPECIALE:

AQUA Lazienda è la prima società del nord Italia a svolgere integralmente il proprio ci- clo di produzione in mare aperto. L’attività è iniziata nel 2000 e i primi prodotti sono stati diffusi sul mercato a partire dal 2002. Le orate e i branzini sono allevati seguendo i nuovi standard di produzione, che hanno avuto da sempre, come obiettivo prioritario il raggiun- gimento dell’eccellenza qualitativa del prodotto offerto e la tutela ambientale, tralasciando gli aspetti relativi alla massimizzazione delle rese produttive.

Azienda Agricola Riccò LAzienda agricola Riccò Federico ha sede sulla Statale Nord a Tramuschio, tra Mirandola (MO) e Poggiorusco (MN). Si occupa di allevamento e vendita diretta di pesce vivo dacqua dolce nostrano, pesci ornamentali di acqua dolce e pesci tro- picali; pesce per consumo alimentare, (grotta del pesce – pescheria del vivo). Lazienda è inoltre specializzata nella vendita e installazione di laghetti e acquari, alimenti e prodotti per pesci.

Skretting Italia spa Azienda che opera su scala globale, specializzata nella produzione e fornitura di alimenti per pesci e gamberi.

Premio Finanza Sostenibile per il Mediterraneo, le aziende premiate

Passando invece al Premio Finanza Sostenibile per il Mediterraneo, l’azienda vincitrice è stata Reho Mare.

Rehomare contribuisce al raggiungimento degli SDG 14 (per il rispetto del naturale ciclo di vita del pesce e dellecosistema marino), 12 (consumo e produzione responsabili e in linea con leconomia circolare), 8 (lavoro dignitoso e crescita economica).

Nell’ambito del premio sono state inoltre conferite due menzioni speciali a:

MJ Energy – azienda agricola che produce in acquaponica vegetali a basso contenuto di metalli pesanti.

Mj Energy contribuisce agli SDG 12 (per la produzione responsabile a impatto ambienta- le zero), 11 (valorizzazione delle periferie urbane con sistemi di coltivazione acquaponica), 8 (lavoro dignitoso e crescita economica inclusiva).

Greenevo – Azienda composta da team di specialisti pionieri dello Sviluppo Sostenibile che da oltre 22 anni promuove l’impiego di materiali innovativi e a basso impatto ambientale nei prodotti e negli imballaggi monouso, nei tessili per impieghi tecnici e più recentemente nei settori del turismo e agro-industria.

Green Evolution contribuisce agli SDG 13 e 12 (per la produzione responsabile, mediante luso di materiali biodegradabili e a basso impatto ambientale), e al 14 (rispetto dellecosistema marino).

Print Friendly, PDF & Email
2020-10-22T18:08:01+01:00Ottobre 22nd, 2020|Sostenibilità|
Torna in cima