Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Capire le basi del prestito: tassi di interesse, ammortamento e molto altro

prestito su magazine qualitàLa richiesta di prestiti personali è piuttosto comune e banche e finanziarie offrono alla loro clientela un ventaglio di proposte molto variegato a partire dai piccoli finanziamenti, ai prestiti di medio importo fino ad arrivare ai mutui per l’acquisto della casa.

A prescindere dalla tipologia e dall’importo richiesto, è importante comprendere che un prestito è un impegno finanziario che non deve essere sottovalutato; è infatti importante rimborsare con puntualità le rate previste così da non incorrere in problemi relativi al proprio merito creditizio (un parametro con cui viene indicata l’affidabilità finanziaria di un soggetto che gli istituti prendono in considerazione prima di concedere prestiti).

Vista l’importanza dell’impegno che ci si assume è importante conoscere gli aspetti basilari dei prestiti, così da sceglierli con maggiore consapevolezza.

Prestiti: la modalità tradizionale e quella online

Per richiedere un prestito, un soggetto ha due scelte: un prestito richiedibile con modalità tradizionale o la possibilità di prestito personale online. Nel primo caso, il richiedente deve fissare un appuntamento e recarsi il giorno stabilito presso una filiale bancaria, portare con sé la documentazione cartacea, concordare i termini del contratto e sottoscriverlo.

La modalità online è invece decisamente più snella; è infatti possibile richiedere il prestito in qualsiasi orario e da qualsiasi luogo in cui sia presente una connessione Internet. Tutta la procedura è digitale al 100%, dalla simulazione fino alla firma.

L’importanza del tasso di interesse

Quando si richiede un prestito si dovrà rimborsarlo entro la data stabilita da contratto. Oltre al capitale ricevuto si dovranno rimborsare anche le varie spese e gli interessi. Questi ultimi rappresentano la voce di costo più onerosa di un prestito e il loro ammontare dipende dal capitale richiesto, dalla durata del finanziamento e dal tasso di interesse applicato; più alto è il tasso e maggiore risulterà l’ammontare degli interessi.

Il tasso può essere fisso o variabile; di solito nei prestiti personali il tasso applicato è fisso, mentre nei mutui si può di norma scegliere tra fisso e variabile.

Se il tasso è fisso, esso non varierà mai per tutta la durata del prestito e le rate di rimborso saranno sempre le stesse, dall’inizio alla fine. Se il tasso è variabile (ovvero legato alle oscillazioni del costo del denaro), la rata salirà o scenderà a seconda che il tasso salga o scenda.

Il piano d’ammortamento

Il piano di estinzione di un qualsiasi finanziamento è definito in gergo tecnico come piano d’ammortamento; esso è il riepilogo dettagliato di tutte le rate del prestito. Nei finanziamenti a tasso fisso, questo mostra rate mensili di eguale importo costituite da una quota capitale e da una quota relativa agli interessi.

Man mano che le rate vengono pagate, la quota capitale aumenta, mentre decresce quella relativa agli interessi. In questo caso si parla di “ammortamento alla francese”.

TAN e TAEG

Trattando di prestiti è necessario parlare di TAN e TAEG.

TAN è un acronimo che sta per Tasso Annuo Nominale. È un parametro che prende in considerazione soltanto gli interessi applicati al finanziamento; è quindi un tasso “puro”.

Diverso è il TAEG, Tasso Annuo Effettivo Globale, parametro più significativo del precedente perché non considera soltanto gli interessi, ma anche le altre spese legate al prestito. Di fatto esso rappresenta il costo percentuale di un finanziamento ed è utilissimo per valutare la convenienza delle varie proposte di prestito.

Il TAEG, noto anche come Indice Sintetico di Costo (ISC), è un parametro che deve essere obbligatoriamente indicato nelle proposte di prestito degli istituti di credito.

2024-02-22T09:11:29+01:00Febbraio 22nd, 2024|News|
Torna in cima