Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Cambiamenti climatici e norme sui sistemi di gestione. Cosa cambia per le organizzazioni certificate?

uni cambiamenti climatici su magazine qualitàDa tempo ISO è al lavoro sui cambiamenti climatici, sia mediante l’elaborazione di specifiche norme,  sia mediante una serie di altre azioni, anche a sostegno della ISO London Declaration on Climate Change.

Nell’ambito di tali attività, è stata approvata una modifica alla struttura delle norme sui sistemi di gestione, la cosiddetta Harmonized Structure (HS) che da diversi anni ha sostituito la High Level Structure (HLS), per includere in due punti un riferimento esplicito ai cambiamenti climatici.

AMENDMENT 1: Climate action changes
(aprile 2024, file PDF)

L’entrata in vigore dell’amendment sul climate change per ogni norma di sistema di gestione seguirà il consueto processo normativo.

A questo link è disponibile la traduzione in italiano dell’intera struttura HS, che include le modifiche relative ai cambiamenti climatici.

Inoltre, ISO ha approvato che, da un punto di vista di processo normativo, queste modifiche vengano sin da subito introdotte nelle norme sui sistemi di gestione in vigore (senza quindi attendere le prossime revisioni), in risposta all’esigenza di tener conto dell’effetto dei cambiamenti climatici sulla capacità di raggiungere i risultati attesi dal sistema di gestione (vd.
Cambiamento climatico: l’attualità entra nelle norme dei sistemi di gestione“, sito ACCREDIA).

Operativamente, dal punto di vista normativo, è stato pertanto pubblicato un “foglio di aggiornamento” (Amendement) per ciascuna delle norme impattate da questa decisione, tra cui le norme più diffuse in assoluto sui sistemi di gestione per la qualità ISO 9001, di gestione ambientale ISO 14001 e di gestione della salute e sicurezza sul lavoro ISO 45001.

Questi Amendement sono già disponibili, senza alcun costo aggiuntivo, sul sito ISO.

L’obiettivo è che le organizzazioni tengano conto degli effetti dei cambiamenti climatici già nella definizione del campo di applicazione dei loro sistemi di gestione, qualunque sia la disciplina che tali sistemi intercettano (qualità, ambiente, sicurezza, ecc.).

A giudizio di ISO, questo dovrebbe già essere insito in tutti i sistemi di gestione e già ben compreso dalle organizzazioni con un sistema di gestione certificato, pertanto l’aggiunta di queste due frasi non è ritenuta una novità sostanziale ma solo un chiarimento formale, un’esplicitazione di aspetti che le organizzazioni dovevano già considerare tra i fattori esterni che possono incidere sui propri sistemi. Senza con ciò voler alterare il significato specifico di ciascun sistema e quindi aspettandosi un impatto diverso di questo requisito a seconda del sistema di gestione che si considera.

Per tale ragione, secondo il comunicato congiunto di ISO e IAF la modifica non avrà un impatto sui certificati in vigore, che non dovranno essere adeguati alla novità normativa così come nulla cambierà per gli accreditamenti degli organismi di certificazione. Questi ultimi si accerteranno che le organizzazioni certificate garantiscano di tener conto dei rischi del cambiamento climatico nell’ambito dei propri sistemi di gestione, senza per questo condurre attività aggiuntive o richiedere aggiornamenti dei certificati già emessi.

Laddove un’organizzazione certificata non sia in grado di dimostrare di aver tenuto conto di questo fattore, oltre che di tutti gli altri fattori interni ed esterni rilevanti, nella definizione del proprio sistema di gestione, ciò verrà rilevato con gli usuali strumenti di un sistema di gestione (rilievi, azioni, ecc.).

Cosa succede alle norme UNI

Come noto, da anni la politica di UNI è quella di integrare qualsiasi foglio di aggiornamento (Amendment) all’interno del testo normativo, al fine di facilitare l’utente nel disporre di un testo completo e aggiornato. Pertanto, non appena le procedure di voto CEN adegueranno le adozioni europee degli standard ISO alle novità introdotte dagli Amendment, UNI ripubblicherà tutte le norme sui sistemi di gestione, integrando nel testo le due nuove frasi in modo che, chiunque consulti o scarichi una di queste norme, la troverà già aggiornata e completa.

Tutti coloro in possesso di un abbonamento di consultazione, troveranno queste norme aggiornate disponibili nel proprio abbonamento dal giorno della ri-pubblicazione.

Tutti coloro in possesso del file pdf, regolarmente scaricato da UNIstore, di una di queste norme potranno invece scaricare gratuitamente il foglio di aggiornamento, in modo da poter disporre del testo aggiornato, sebbene non integrato. Mentre, qualora fossero interessati a disporre del testo completo della norma, integrato con il foglio di aggiornamento, potranno acquistarla e scaricarla da UNIstore.

UNI è a disposizione per qualsiasi supporto.

Elenco delle norme che verranno aggiornate da UNI nel 2024 includendo le due integrazioni di cui sopra:
UNI EN ISO 14001:2015 Sistemi di gestione ambientale – Requisiti e guida per l’uso
UNI EN ISO 15378:2018 Materiali di imballaggio primario per prodotti medicinali – Requisiti particolari per l’applicazione della ISO 9001:2015, con riferimento alle Pratiche di Buona Fabbricazione (GMP)
UNI ISO 18788:2022 Sistema di gestione per le operazioni di sicurezza privata – Requisiti e linee guida per l’uso
UNI EN ISO 19443:2022 Sistemi di gestione per la qualità – Requisiti specifici per l’applicazione della norma ISO 9001:2015 da parte delle organizzazioni esterne che forniscono prodotti o servizi rilevanti ai fini della sicurezza nucleare nel settore dell’energia nucleare
UNI ISO 21001:2019 Organizzazioni di istruzione e formazione – Sistemi di gestione per le organizzazioni di istruzione e formazione – Requisiti e raccomandazioni per la loro applicazione
UNI ISO 21101:2020 Turismo d’avventura – Sistemi di gestione della sicurezza – Requisiti
UNI ISO 21401:2019 Turismo e servizi correlati – Sistema di gestione per la sostenibilità nelle strutture ricettive – Requisiti
UNI EN ISO 22000:2018 Sistemi di gestione per la sicurezza alimentare – Requisiti per qualsiasi organizzazione nella filiera alimentare
UNI ISO 22163:2023 Applicazioni ferroviarie – Sistema di gestione per la qualità – ISO 9001:2015 e requisiti particolari per l’applicazione nel settore ferroviario
UNI EN ISO 22301:2019 Sicurezza e resilienza – Sistemi di gestione per la continuità operativa – Requisiti
UNI CEI EN ISO/IEC 27001:2024 Sicurezza delle informazioni, cybersecurity e protezione della privacy – Sistemi di gestione per la sicurezza delle informazioni – Requisiti
UNI ISO 28000:2022 Sicurezza e resilienza – Sistemi di gestione della sicurezza – Requisiti
UNI EN ISO 29001:2020 Industrie del petrolio, della petrolchimica e del gas naturale – Sistemi di gestione per la qualità specifici del settore – Requisiti per le organizzazioni fornitrici di prodotti e servizi
UNI ISO 30301:2022 Informazione e documentazione – Sistemi di gestione documentale – Requisiti
UNI ISO 30401:2019 Sistemi di gestione della conoscenza – Requisiti
UNI EN ISO 34101-1:2020 Cacao sostenibile e tracciabile – Parte 1: Requisiti per i sistemi di gestione della sostenibilità del cacao
UNI ISO 35001:2021 Gestione rischi biologico per laboratori e altre organizzazioni correlate
UNI ISO 37001:2016 Sistemi di gestione per la prevenzione della corruzione – Requisiti e guida all’utilizzo
UNI EN ISO 37101:2023 Città e comunità sostenibili – Sistema di gestione per lo sviluppo sostenibile – Requisiti ed orientamenti per l’utilizzo
UNI ISO 37301:2021 Sistemi di gestione per la compliance – Requisiti con guida per l’utilizzo
UNI ISO 39001:2016 Sistemi di gestione della sicurezza del traffico stradale (RTS) – Requisiti e guida all’utilizzo
UNI EN ISO 41001:2018 Facility management – Sistemi di gestione – Requisiti con guida per l’utilizzo
UNI ISO 44001:2019 Sistemi di gestione delle relazioni commerciali collaborative – Requisiti e contesto
UNI EN ISO 45001:2023 Sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro – Requisiti e guida per l’uso
UNI ISO 46001:2021 Sistemi di gestione dell’efficienza idrica – Requisiti con guida all’utilizzo
UNI CEI EN ISO 50001:2018 Sistemi di gestione dell’energia – Requisiti e linee guida per l’uso
UNI EN ISO 9001:2015 Sistemi di gestione per la qualità – Requisiti
UNI CEI ISO/IEC 20000-1:2020 Tecnologie informatiche – Gestione del servizio – Parte 1: Requisiti per un sistema di gestione del servizio

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

logo uni 2022 su magazine qualità
2024-04-09T10:32:10+01:00Aprile 9th, 2024|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima