Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Bureau Veritas si prende in giro. TG satirico per gli Auguri di Natale

Alert anti Covid? Licenziamenti di massa via Teams? Nulla di tutto questo. Un mega quiz in diretta video e un telegiornale satirico degno di Striscia la Notizia nel quale anche l’amministratore delegato ha recitato la sua parte in scena, sono stati per Bureau Veritas Italia, leader delle certificazioni e dei controlli, la chiave del tutto innovativa per ricompattare il personale e dichiarare a gran voce, proprio nell’occasione degli auguri di Natale, noi ci siamo, cresciamo e crediamo nel futuro.

Con alcune centinaia di dipendenti e dirigenti collegati in diretta, il management ha letteralmente rotto gli schemi puntando sull’effetto sorpresa, con due strumenti non certo consueti per le aziende e ancora meno canonici in un periodo in cui chi non parla di virus o esprime previsioni negative, è considerato una sorta di eretico.

Virtual Party Bureau Veritas su Magazine Qualità

L’eresia Bureau Veritas l’ha consumata prima con un Quizzone degno di Gerry Scotti in cui i dipendenti si sono battuti uno contro l’altro per dare risposta a quesiti di carattere generale, inframezzati da domande a trabocchetto sull’azienda e persino dalle foto di alcuni “capi” che dovevano essere identificati in diretta. Per i primi tre, premi e cotillon nella formula di buoni di acquisto.

Ma il clou della serata si è raggiunto con un Tg, inappuntabile nella forma, nei conduttori da uno studio tv, nei collegamenti. Un po’ meno nei contenuti dei servizi in cui i vertici aziendali si sono messi in discussione. Dal Ceo, Diego D’Amato che tuona in diretta contro il malcostume delle call a mezzo busto che consentono da casa di presentarsi in giacca e cravatta nascondendo pigiami e shorts nella parte del corpo non inquadrata. I

Il Ceo ha annunciato che tutte le call 2022 si svolgeranno a total body per poi alzarsi ed essere inquadrato mentre si allontana in calzoncini corti degni di un calciatore professionista. Un’altra dirigente del gruppo ha lanciato in onda un servizio sugli alieni che si stavano impadronendo di tutta la terra, per poi far intuire di essere lei stessa già diventata preda e complice degli alieni; sino a un collegamento mancato con un dirigente in Sardegna, dato per misteriosamente scomparso e ritrovato… in vacanza su uno yacht.

Il tutto all’insegna di un messaggio:

prendiamoci meno sul serio per essere più efficienti e concreti

Comunicazione a cura di Bureau Veritas

Logo Bureau Veritas su Magazine Qualità 282

2021-12-28T12:54:24+01:00Dicembre 16th, 2021|Eventi|
Torna in cima