Inaugurato l’impianto fotovoltaico del Consolato Italiano a Cape Town

Il sistema fotovoltaico off-grid da 3,12 kwp, donato da Building Energy, produrrà circa 5 MWh di energia elettrica all’anno, contribuendo a ridurre sensibilmente le emissioni di anidride carbonica del palazzo.

Building Energy spa Magazine Qualità

Building Energy SpA, multinazionale che opera come Global Integrated IPP nel settore delle energie rinnovabili in Italia e all’estero, ha donato al Consolato Italiano a Cape Town, in Sudafrica, un sistema fotovoltaico off-grid della capacità di 3,12 kwp (DC) che è stato installato sul tetto dell’edificio.

L’impianto, costituito da 12 pannelli fotovoltaici, produrrà circa 5 MWh di energia elettrica all’anno, contribuendo a diminuire sensibilmente le emissioni di anidride carbonica dell’edificio e a ridurre la sua  dipendenza dalla rete elettrica nazionale.

L’entrata in attività dell’impianto è stata celebrata, con l’inaugurazione, alla presenza di Alfonso Tagliaferri, Console d’Italia a Cape Town, e di Matteo Brambilla, MD Africa and Middle East di Building Energy.

Siamo lieti di festeggiare l’inaugurazione del sistema fotovoltaico realizzato da Building Energy per il Consolato italiano a Cape Town – ha dichiarato Matteo Brambilla, MD Africa and Middle East di Building Energy – Siamo, inoltre, orgogliosi di dare il nostro contributo, fornendo un impianto per la produzione di energia pulita e sostenibile che aiuterà il Consolato a ridurre la propria dipendenza dalla rete elettrica nazionale”.

Come Consolato italiano siamo lieti di collaborare con Building Energy per un progetto che ci permetterà di ridurre sia le emissioni di anidride carbonica, che le bollette elettriche – ha dichiarato Alfonso Tagliaferri, Console d’Italia a Cape Town – Voglio quindi ringraziare personalmente Matteo Brambilla e tutto il suo team, per aver creduto in questa idea fin dall’inizio, nonostante le sfide tecniche e amministrative che comportava. L’importanza di questa iniziativa è duplice: da un lato testimonia la vitalità e la competenza della presenza imprenditoriale italiana a Cape Town, dall’altro si inserisce perfettamente nello sforzo globale di lotta al cambiamento climatico avviato nel 2012 dal Ministero degli Esteri italiano con l’iniziativa ‘Green Farnesina’, che vede il Ministero, insieme a diverse Ambasciate e Consolati italiani nel mondo, impegnato ridurre le proprie emissioni di anidride carbonica con il passaggio alle energie rinnovabili, al paperless workflow e al riciclo”.

Dai suoi uffici di Cape Town, Building Energy gestisce e coordina, in Africa e in Medio Oriente, oltre 40 progetti in operatività e in fase di sviluppo nei settori del solare, dell’eolico e del mini-idroelettrico, tra i quali progetti in Sudafrica, Uganda, Mali, Malawi, Camerun, Tunisia, Botswana e Costa d’Avorio. A Kathu, nel Northern Cape, in Sudafrica, Building Energy ha realizzato un impianto fotovoltaico dalla capacità di 81 MW operativo dall’agosto 2014, attualmente uno dei più grandi del continente africano. Nel Paese, l’azienda inizierà anche la costruzione di un parco eolico da 147 MW a Roggeveld, nell’area di Laingsburg, tra le province del Northern e del Western Cape, che genererà più di 600 GWh di energia all’anno. Nei prossimi 12 mesi, Building Energy inizierà anche a costruire un parco eolico da 5 MW a Klawer, due impianti fotovoltaici da 5 MW a Skuitdrift e un impianto mini-idroelettrico da 4.7 MW a Kruisvallei, nella provincia del Free State.

BUILDING ENERGY

Building Energy è una società multinazionale che opera come produttore indipendente di energia da fonti rinnovabili in quattro continenti. La società è verticalmente integrata e attiva lungo l’intera catena del valore, dallo sviluppo dei progetti alla vendita dell’energia. Con sviluppi in corso per oltre 2.600 MW in 20 Paesi e impianti la cui costruzione verrà ultimata nei prossimi due anni per oltre 700 MW, la società si attesta come uno dei principali attori sulla scena internazionale nel campo delle energie rinnovabili. 

2018-04-26T17:40:53+00:00News|