Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Bridgestone EMEA ottiene il prestigioso riconoscimento EcoVadis platinum per il terzo anno consecutivo

Bridgestone EMEA su Magazine QualitàBridgestone EMEA ha ottenuto, per il terzo anno consecutivo, il sigillo Platinum nella prestigiosa valutazione annuale di sostenibilità EcoVadis. Dal 2021, l’azienda rientra nell’1% di aziende con le performance migliori tra le 130.000 realtà analizzate da EcoVadis, che spaziano tra 220 settori industriali differenti.

Nel 2015 Bridgestone EMEA ha ottenuto il primo sigillo EcoVadis, quello Silver, classificandosi tra il 12% delle aziende top performer a livello globale. La valutazione si basa su quattro aree principali: Ambiente, Lavoro e Diritti Umani, Etica e Approvvigionamento Sostenibile. L’anno successivo, l’azienda è salita al 7% e poi al 4% nel 2018, ottenendo il sigillo Gold nel 2019, seguito da quello Platinum nel 2021.

Guidata e ispirata dall’impegno di sostenibilità aziendale e dal Bridgestone E8 Commitment, l’azienda sta producendo sempre più soluzioni sostenibili in vista del 2050. La valutazione EcoVadis Platinum del 2023 ha coinciso con un anno di successi in termini di sostenibilità per Bridgestone EMEA, tra cui:

  • 21.000 pannelli solari istallati presso lo stabilimento Bridgestone di Burgos in Spagna (uno dei più avanzati in termini di transizione energetica), che ora ottiene elettricità direttamente dal sole, pari al 10-14% del consumo di elettricità dello stabilimento.
  • Una promozione continuativa della sostenibilità attraverso la propria supply chain. L’innovativa e pluripremiata iniziativa Sustainable Supply Chain Financing fornisce ai fornitori finanziamenti in base al loro punteggio di sostenibilità EcoVadis. Dall’adesione al programma, il 20% dei fornitori iscritti ha migliorato il proprio punteggio EcoVadis e il 36% ha raggiunto il livello avanzato.
  • La pubblicazione del primo Diversity, Equity and Inclusion (DE&I) Report di Bridgestone EMEA, che illustra le ambizioni e le azioni dell’azienda per un futuro più inclusivo e sostenibile.
  • Numerosi progetti e iniziative nell’ambito del Bridgestone Global Road Safety Program, che mira a rendere più sicure le strade del mondo e a sostenere l’obiettivo delle Nazioni Unite di dimezzare i morti e i feriti sulle strade entro il 2030. Le attività nell’area EMEA hanno incluso eventi di controllo dei pneumatici, corsi di formazione sulla sicurezza stradale e programmi educativi che hanno raggiunto oltre 20.000 beneficiari.

“Nel mondo sempre più regolamentato e complesso della sostenibilità aziendale, siamo lieti di aver raggiunto un risultato così importante”, ha dichiarato Laurent Dartoux, Presidente del Gruppo Bridgestone EMEA. “Abbiamo grande ammirazione per l’importanza delle verifiche indipendenti, soprattutto nel campo della sostenibilità, e la valutazione EcoVadis è diventata sempre più rigorosa con il passare degli anni. Oggi, il processo coinvolge persone che rappresentano tutte le aree della nostra azienda, dalle Risorse Umane all’IT, dall’Ambiente e Salute e Sicurezza agli Approvvigionamenti e alla Finanza; il tutto guidato dal nostro team dedicato all’Ufficio Sostenibilità.”

“Il mantenimento del rating EcoVadis Platinum riflette il nostro impegno costante in tutte le aree della sostenibilità e i progressi che stiamo compiendo come azienda in evoluzione, guidata dal Bridgestone E8 Commitment. Possiamo essere tra i migliori risultati EcoVadis a livello globale, ma come sempre, ci sono ancora molti passi positivi da fare sulla strada verso il 2050″.

2024-04-03T16:18:22+01:00Aprile 3rd, 2024|News|
Torna in cima