Bosch e TÜV Rheinland: una soluzione contro la manomissione dei contachilometri

TUV-PoglianoBlockchain: Bosch e TÜV Rheinland presentano una soluzione per contrastare la manomissione dei contachilometri

In occasione della conferenza internazionale Bosch ConnectedWorld 2017 tenutasi a Berlino, il fornitore internazionale di tecnologia e servizi, ha presentato il computer di bordo per veicoli autonomi che, grazie all’intelligenza artificiale (AI), può applicare metodi di apprendimento automatico.

Nel prossimo decennio le automobili senza guidatore faranno parte della vita quotidiana.

Nel suo discorso di apertura alla Bosch ConnectedWorld 2017, davanti a un pubblico di circa 2.700 partecipanti, il Dr. Volkmar Denner, CEO del Board of Management di Bosch, ha menzionato ulteriori tecnologie innovative che porteranno Bosch allo sviluppo di nuovi settori di business.

Oltre all’intelligenza artificiale, una di queste soluzioni tecnologiche è la “blockchain“.

Tale tecnologia permette agli utenti di condividere i loro dati online in modo sicuro senza coinvolgere terzi: sarà possibile stringere accordi e concludere contratti online, nonché effettuare pagamenti in modo sicuro. La tecnologia assicura inoltre l’anonimato dei dati.

Una blockchain è basata su un tipo di banca dati centralizzata che distribuisce informazioni ricevute attraverso migliaia di computer: in questo modo sarà impossibile falsificare i dati, per cui gli utenti non dovranno dipendere da un unico centro informatico.

Il Dr. Denner ha illustrato un uso pratico della tecnologia blockchain con una dimostrazione in cooperazione con l’ente di certificazione tedesco TÜV Rheinland volta a mettere fine alla diffusa pratica di manomissione dei contachilometri. Solo in Germania, i contachilometri manomessi nei veicoli recano un danno in termini economici di circa sei miliardi di euro.

L’idea è di combattere questa pratica fraudolenta con un diario di bordo digitale distribuito attraverso vari computer. Tramite un semplice connettore le auto possono inviare le loro letture del contachilometri e, grazie a una app dello smartphone, i proprietari delle auto potranno controllare in qualsiasi momento il chilometraggio e confrontarlo con quello visualizzato dal veicolo. Qualora desiderino vendere la propria auto, verrà loro rilasciato un certificato che attesti con precisione il chilometraggio del veicolo, certificato che potrà inoltre essere condiviso tramite Internet, per esempio su una piattaforma online per la vendita di auto.

2017-07-20T09:43:53+00:00News|