Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

ASSIDAI si certifica per la Parità di Genere con GCERTI Italy

GCERTI su Magazine QualitàIl Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa per Dirigenti, Aziende e Industriali ASSIDAI ha raggiunto un nuovo traguardo certificandosi per la parità di genere con GCERTI Italy srl.

ASSIDAI è un punto di riferimento per oltre 1500 aziende: la certificazione Parità di Genere UNI/PdR 125:2022 ottenuta attraverso GCERTI Italy rappresenta dunque un importante passo per la creazione di un ambiente di lavoro rispettoso, che mira al raggiungimento di una maggiore qualità e crescita professionale per le donne all’interno del contesto aziendale.

ASSIDAI, un’azienda al servizio del benessere e del welfare

Ma di cosa si occupa ASSIDAI? Si tratta di un fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa che da oltre 30 anni offre consulenza e tutela dagli imprevisti per aziende, dirigenti, manager, quadri e professionisti, nonché le loro famiglie: offre loro un’ampia gamma di servizi medico e socio sanitari attraverso strutture specializzate, oltre che assistenza e consulenza a livello internazionale. Si tratta dunque di un’impresa dal grande rilievo sociale, ulteriormente confermato con questa nuova certificazione.

GCERTI Italy Certifica ASSIDAI per la Parità di Genere

A certificare la Parità di Genere in conformità alla prassi UNI/PdR 125:2022 è GCERTI Italy Assessment & Certification, azienda che da anni opera nel campo della Certificazione dei Sistemi di Gestione e Valutazione Indipendente su tutto il territorio nazionale. Questa certificazione è valida per tre anni e copre tutti gli aspetti gestionali dell’impresa nel suo complesso.

Il Riconoscimento

Il certificato, emesso il 4 aprile 2024 dopo una rigorosa verifica, ha attestato la conformità di ASSIDAI ai requisiti della UNI/PdR 125:2022. Questo standard rappresenta un importante riconoscimento per le politiche di parità di genere implementate da ASSIDAI, sottolineando il loro impegno verso un ambiente di lavoro equo e inclusivo.

Dichiarazione di Michele Gallo, AD di GCERTI Italy

Michele Gallo, AD di GCERTI Italy, ha commentato così il traguardo raggiunto da ASSIDAI: “Il riconoscimento della Certificazione per la Parità di Genere UNI/PdR 125:2022 rappresenta un importante traguardo per Assidai, confermando l’impegno preso dall’azienda per ridurre il divario di genere, e l’orientamento verso la creazione di un ambiente di lavoro più sostenibile: la certificazione UNI/PdR 125:2022, infatti, non solo attesta l’attenzione alle tematiche di genere, ma comporta spesso un miglioramento nella produttività, grazie alla maggiore soddisfazione percepita dai dipendenti e dalla reputazione aziendale. In un mercato sempre più competitivo, la parità di genere rappresenta dunque un elemento distintivo e strategico.”

L’impegno continuativo di GCERTI e ASSIDAI

Attraverso sorveglianze annuali, ASSIDAI continuerà a garantire il mantenimento degli standard richiesti come indicato da GCERTI Italy. Questo impegno riflette la dedizione dell’azienda nel promuovere l’uguaglianza di genere all’interno del proprio ambiente lavorativo, assicurando che le misure adottate siano efficaci e sostenibili nel tempo. La collaborazione con GCERTI Italy è una testimonianza dell’importanza attribuita da ASSIDAI alla qualità e alla sostenibilità nelle proprie politiche aziendali.

Approfondimenti sulla Certificazione UNI PdR 125:2022

Comunicazione a cura di GCERTI Italy

2024-06-21T15:38:19+01:00Giugno 21st, 2024|Parità di Genere|
Torna in cima