Applicazioni vetrarie. Pubblicata la UNI 7697 sui criteri di sicurezza

vetrate uni su magazine qualitàIn edilizia un materiale largamente utilizzato è il vetro. Per la sua natura e per le sue duttili caratteristiche tecniche è sempre più impiegato soprattutto nelle costruzioni di nuova generazione. Ecco perché è importante stabilirne i criteri di sicurezza in fase di realizzazione a tutela di ogni individuo in ogni momento.

È la commissione Vetro che di recente ha curato la realizzazione della UNI 7697.

Questo documento definisce i criteri di scelta dei vetri da impiegare, sia in esterni che in interni, in modo che, nella destinazione di impiego prevista, sia assicurata la rispondenza fra prestazioni dei vetri e requisiti minimi necessari per la sicurezza degli utilizzatori costituendo un riferimento nei rapporti tra i vari soggetti e operatori coinvolti.

La norma si applica ai vetri per edilizia e destinati a qualsiasi altro impiego non regolamentato da norme specifiche pertinenti, mentre per quelli regolamentati, indica esclusivamente il riferimento da usare. Per i vetri curvi si applica la norma per la scelta della tipologia di materiale, mentre per la classificazione prestazionale, si applica solo nel caso in cui per il vetro curvo sia definito un metodo di prova.

“Vetrata” è il termine generico per indicare vetri di varia natura e composizione. Più precisamente la norma definisce anche cosa s’intende per:

  • vetrina: intendendo una vetrata con superfici maggiori o uguali ai 6 m2, posta al pian terreno
  • vetrata isolante (IGU): che è formata da un insieme costituito da almeno due lastre di vetro, separate da uno o più distanziatori, sigillato ermeticamente lungo il perimetro, meccanicamente stabile e durevole
  • lastra: intendendo quell’elemento vetrato costituito da un unico vetro monolitico o da più vetri monolitici stratificati tra loro e resi solidali

All’interno della UNI 7697 troviamo un capitolo specifico dedicato alle vetrate/vetrine così distinte:

in base alle loro applicazioni:

  • esterne, quando sono posizionate all’esterno o quando separano un ambiente esterno da un ambiente interno
  • interne, quando sono posizionate all’interno o quando separano due ambienti interni

in base al loro montaggio:

  • verticali, se l’angolo di montaggio rispetto alla verticale è minore o uguale a ±15°
  • inclinate, se l’angolo di montaggio rispetto alla verticale è maggiore di ±15° e minore
  • uguale a ±85°
  • orizzontali, se l’angolo di montaggio rispetto alla verticale è maggiore di ±85°

Informazioni per l’acquisto

UNI 7697:2021 “Criteri di sicurezza nelle applicazioni vetrarie”

Euro 46,00 + iva (in lingua italiana)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi.

L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Clienti e Soci

Tel. 02 700 24 200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì) – Email: vendite@uni.com

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

2021-09-10T09:14:53+01:00Settembre 10th, 2021|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima