Agricoltura sostenibile, al via l’accreditamento per la certificazione LEAF Marque

accredia agricoltura su magazine qualitàValutato positivamente anche dall’Ente di accreditamento britannico UKAS e da EA, il nuovo schema di accreditamento europeo permette agli organismi di certificare alimenti, sistemi e prodotti sostenibili delle aziende agricole e alimentari.

Un nuovo schema di accreditamento per certificare alimenti, sistemi e prodotti agricoli sostenibili è stato avviato da Accredia e può essere richiesto dagli organismi di certificazione di prodotto. Si tratta dello standard LEAF Marque, sviluppato da LEAF (Linking Environment And Farming), un’organizzazione istituita nel 1991, formata da aziende agricole e allevamenti situati in ogni parte del mondo, che ha come mission la promozione di alimenti, sistemi e prodotti agricoli sostenibili.

LEAF ha emesso i principi IFM (Integrated Farm Management) su cui si basa lo standard, che garantisce che un’azienda agricola pratichi un’agricoltura sostenibile. Lo standard LEAF Marque è stato valutato positivamente dall’Ente di accreditamento britannico UKAS, in qualità di “home Accreditation Body”, ed è stato inserito nell’elenco degli schemi di certificazione riconosciuti da EA (European Accreditation) per poter essere accreditato da tutti gli Enti di accreditamento firmatati degli Accordi internazionali EA MLA (Multilateral Agreement).

Per essere accreditato, da oggi anche da parte di Accredia secondo la norma UNI CEI EN ISO/IEC 17065, un organismo deve dimostrare di possedere i requisiti stabiliti sia dal Regolamento RG-01 per l’accreditamento degli organismi di certificazione, ispezione e verifica sia quelli indicati dal Regolamento RG-01-03 per l’accreditamento degli organismi di certificazione di prodotti/servizi.

Accertato il possesso dei requisiti minimi, si darà avvio all’iter di accreditamento con le attività di verifica previste nei Regolamenti Accredia e in conformità alle norme/documenti applicabili all’accreditamento. Nel quadriennio di accreditamento, l’organismo verrà verificato almeno una volta sia in sede, attraverso il campionamento pratiche, sia in accompagnamento durante l’audit di un’azienda che richiede la certificazione LEAF Marque. Accredia si riserva di aumentare tale frequenza sulla base dei risultati delle verifiche di sorveglianza, degli accompagnamenti, del numero di certificati rilasciati dall’organismo e su eventuali segnalazioni/reclami ricevuti dal mercato.

L’azienda che richiede la certificazione a un organismo accreditato, per poter utilizzare il logo LEAF Marque, deve risultare conforme a tutti i Critical Failure Points (CFP). La certificazione riguarda tutte le tipologie di prodotti aziendali ed è applicabile all’intera azienda agricola indipendentemente dai prodotti elencati nel certificato LEAF Marque, che devono essere inclusi nella LEAF Product List. Infine, il logo può essere apposto dall’azienda certificata sui prodotti agricoli finiti, così come sui prodotti confezionati e/o trasformati. LEAF Marque può essere utilizzato anche come schema complementare per la parte ambientale a standard già esistenti relativi all’ambito agricolo e alimentare.

Comunicazione a cura di ACCREDIA

2022-05-18T11:39:23+01:00Marzo 2nd, 2022|ACCREDIA|
Torna in cima