Aeronautica Militare: ISO 9001:2015 per il Secondo Gruppo M.A.

Il comandante della base, il tenente colonnello Luca Zorzan, ha sottolineato “l’importanza di un sistema di qualità in un ente manutentivo come il Secondo Gruppo”

Si è conclusa positivamente l’attività di verifica (audit) di due giorni per il conseguimento dell’attestazione del Sistema Gestione Qualità (SGQ) al Secondo Gruppo Manutenzione Autoveicoli di Forlì.

L’audit è stato effettuato da un Team di verifica del Comando Logistico di Roma guidato dal colonnello Gioacchino Cassarà. Una delegazione dell’Ufficio Innovazione Manageriale dello Stato Maggiore Aeronautica, con a capo il colonnello Bruno Strozza, ha raggiunto il Team di Verifica per approfondire le tecniche adottate dal Gruppo.

I delegati hanno potuto constatare l’effettiva implementazione ed aderenza alle normative previste (conformi alla ISO 9001:2015) del Sistema Gestione Qualità realizzato allo scopo di consolidare metodologie e strumenti manageriali innovativi di Project, Quality & Knowledge Management. In particolare ha avuto risalto l’impegno del “management” ai vari livelli di responsabilità, capaci di sfruttare le potenzialità del sistema di qualità teso a migliorare le prestazioni produttive, ottimizzando tempi e risorse economiche.

Il progetto è indirizzato nel solco della “mission” dell’Aeronautica Militare e del Comando Logistico, ossia di orientare e rimodulare agilmente i processi organizzativi all’impiego razionale e sostenibile delle risorse per assicurare un’efficace ed efficiente logistica di aderenza. Il sistema applicato tende, quindi, sulla base di metodologie e tecniche manageriali, a ispirare comportamenti “virtuosi” in aree primarie dell’attività direzionale tra cui la “leadership”, la “valorizzazione del personale” ed il “miglioramento dei processi gestionali”.

In tale contesto risulta agevole diffondere la cultura del risultato e le metodologie gestionali ottenendo un rapido incremento di efficienza ed efficacia con un contestuale risparmio di risorse economiche ed umane. Particolare rilevanza dell’applicazione del sistema di gestione qualità si è avuta nei processi di lavorazione tessile e meccanica dove si è constatato un costante miglioramento dei risultati grazie all’analisi dei dati da cui sono discese azioni correttive e preventive che hanno portato ad una sensibile contrazione dei tempi di produzione con un notevole risparmio economico.

Il comandante della base di via Solombrini, il tenente colonello Luca Zorzan, ha sottolineato “l’importanza di un sistema di qualità in un ente manutentivo come il Secondo Gruppo. Infatti grazie all’applicazione di un metodo gestionale dinamico e grazie alla collaborazione di tutti gli attori dell’Ente coinvolti, primo fra tutti il maggiore Stefano Soldati Responsabile SGQ, è stato possibile raggiungere obiettivi importanti in tempi relativamente brevi. Migliorando la qualità delle procedure si migliora la qualità del risultato ed aumenta la motivazione dei lavoratori nel raggiungere i traguardi fissati.”

Il colonnello Cassarà, a margine della chiusura della visita, ha affermato che “un sistema di gestione qualità è indispensabile per identificare i campi su cui intervenire per migliorare il processo produttivo e, in tale ottica, il Secondo Gruppo è l’ente più adatto per un SGQ capillare proprio per la sua attività manutentiva che comporta un concreto risultato per il committente.”

Il colonnello Strozza, nel formalizzare il conseguimento del risultato con la consegna dell’Attestato, ha evidenziato l’evidente successo in termini produttivi e qualitativi che ha un’organizzazione con un SGQ certificato, “e il Secondo Gruppo – ha concluso Strozza – ha dimostrato grazie al personale militare e civile coinvolto di essere all’avanguardia in questo campo innovativo per la Forza Armata.”

2018-06-17T07:52:10+00:00News|