Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Sono 6 i progetti di norma sottoposti in questi giorni all’inchiesta pubblica preliminare

Gli argomenti trattati riguardano: infrastrutture del gas, traslitterazione in caratteri latini dei caratteri cirillici, emissioni da sorgente fissa, spazzatura negli spazi pubblici e barriere di difesa per veicoli.

UNI Inchiesta pubblica su Magazine Qualità

Sono 6 i progetti di norma sottoposti a inchiesta pubblica preliminare per due settimane, dal 19 marzo al 2 aprile.

Questi i temi al centro dei lavori delle commissioni tecniche.

Iniziamo con l’ente federato UNI/CT 100 – CIG – Comitato Italiano Gas e il progetto UNI1613661 che si occupa delle infrastrutture del gas.

Il documento fornisce le istruzioni complementari per l’utilizzo della UNI EN 13774 relativamente alle valvole con otturatore a farfalla per le condotte e per le stazioni dei sistemi di distribuzione convoglianti gas combustibili.

Sostituisce la UNI 11354:2015.

Passiamo alla commissione UNI/CT 014 – Documentazione e informazione che volge la sua attenzione al progetto UNI1613717.

Questo documento stabilisce un sistema per la traslitterazione in caratteri latini dei caratteri cirillici che costituiscono gli alfabeti delle lingue slave e non slave.

Sostituisce la UNI ISO 9:2005.

È la volta della commissione UNI/CT 004 – Ambiente che si è occupata di due progetti.

Eccoli in dettaglio.

Il primo, UNI1613725, tratta le emissioni da sorgente fissa. Supporta l’elaborazione di metodi di misurazione standardizzati per la determinazione delle emissioni da sorgente fissa mediante metodi di misurazione manuali o automatici. Descrive, inoltre, gli elementi di base dei metodi di misurazione standardizzati per la determinazione delle emissioni da sorgente fissa. È integrato da un modello elettronico che fornisce una struttura uniforme ed elementi e testi comuni.

Recepisce il CEN/TR 17911:2023.

Il secondo, UNI1613755, specifica la metodologia per la rilevazione della presenza di spazzature negli spazi pubblici. Consente, inoltre, di classificare le condizioni di pulizia delle strade prima e dopo lo svolgimento degli interventi di spazzamento e collaterali secondo criteri di uniformità e di parametrizzazione applicabili in modo omogeneo a tutte le forme di insudiciamento degli spazi pubblici ed a tutti i servizi di pulizia comprendenti, oltre allo spazzamento e al lavaggio, anche tutti i servizi collaterali quali la rimozione delle polveri e dei detriti, delle foglie, delle macchie e delle gomme da masticare presenti sulle pavimentazione, delle deiezioni animali, nonché della defissione di manifesti e adesivi.

Sostituisce la UNI 11680:2017.

Concludiamo con la commissione UNI/CT 043 – Sicurezza della società e del cittadino che propone due progetti.

Vediamoli in dettaglio.

Il primo, UNI1613212, specifica i requisiti di prestazione all’impatto per una barriera di difesa per veicoli (VSB) e un metodo di prova per valutarne le prestazioni quando viene sottoposta a un singolo impatto da parte di un veicolo di prova non guidato da un essere umano.

Adotta la ISO 22343-1:2023.

Il secondo, UNI1613213, fornisce indicazioni sulla selezione, l’installazione e l’uso delle barriere di difesa per veicoli (VSB) e descrive il processo di produzione dei requisiti operativi (OR).

Adotta ISO 22343-2:2023.

Data di scadenza dell’inchiesta pubblica preliminare: 2 aprile 2024

L’inchiesta pubblica preliminare è un passaggio fondamentale del processo normativo perché aiuta a capire se:

  • il mercato ha bisogno di queste norme
  • ci sono altri bisogni da soddisfare
  • ti interessa partecipare

Lo sviluppo di uno standard deve avere luogo solo di fronte a un reale beneficio

Per questo il tuo parere è importante: aspettiamo i tuoi commenti

(>> vai alla banca dati)

Scopri come partecipare alle attività di normazione

(>> vai alla sezione Associazione)

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

logo uni 2022 su magazine qualità
2024-03-19T10:37:02+01:00Marzo 19th, 2024|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima