Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Sono tredici i progetti entrati in inchiesta pubblica preliminare

Gli argomenti trattati riguardano: progettazione illuminotecnica, sistemi idraulici, tecnologie informatiche, organizzazione eventi, gestione della crisi, ambiente e dispositivi di ancoraggio.

UNI inchiesta pubblica su Magazine Qualità

Sono 13 i progetti di norma sottoposti a inchiesta pubblica preliminare per due settimane, dal 14 al 28 novembre.

Questi i temi al centro dei lavori delle commissioni tecniche.

Iniziamo con la commissione UNI/CT 023 – Luce e illuminazione e il progetto UNI1611660.

La specifica tecnica definisce una serie di modelli generali per calcolare i parametri di base sui quali vengono valutate le discrepanze tra i dati elaborati da un sistema informatico per la progettazione illuminotecnica e i dati derivanti da calcolo analitico applicati allo stesso modello, fornendo le tolleranze massime accettabili e quindi definisce la conformità (congruità) tra i risultati forniti dal software e i risultati analitici. Nasce dalla necessità di gestire e migliorare la qualità dei dati per garantire l’utente che acquisisce dati calcolati da terze parti.

Proseguiamo con la commissione UNI/CT 048 – Trasmissioni oleoidrauliche e pneumatiche che propone tre progetti.

Vediamoli qui di seguito.

Il primo, UNI1611774, specifica i metodi per determinare le prestazioni e l’efficienza delle pompe idrauliche volumetriche con alberi in rotazione continua. Il documento fornisce l’attrezzatura di prova, una procedura di prova in condizioni stazionarie e la presentazione dei risultati delle prove. Nasce da esigenze riscontrate delle aziende di settore.

Adotta la ISO 23840:2021.

Il secondo, UNI1611773, specifica le dimensioni e le tolleranze degli alloggiamenti per gli anelli raschiatori utilizzati nelle applicazioni con stelo alternativo per cilindri oleoidraulici. La gamma dei diametri dell’asta va da 4 mm a 450 mm.

La norma è utile alle aziende di settore e adotta la ISO 6195:2021.

Il terzo, UNI1611772, definisce il metodo gravimetrico per la determinazione del livello di contaminazione dei fluidi utilizzati nei sistemi di potenza idraulica. Le istruzioni di lavoro fornite servono per la determinazione gravimetrica del contenuto di contaminante dei fluidi in pressione a partire da olio minerale con additivi. Sono utilizzate nei sistemi idraulici con trasmissione idrostatica.

Sostituisce la UNI ISO 4405:1995.

Passiamo all’ente federato UNI/CT 500 – UNINFO – Tecnologie Informatiche e loro applicazioni che pone in inchiesta due progetti.

Eccoli qui di seguito.

Il primo, UNI1611875, fornisce una guida per l’uso della nuova serie di norme internazionali denominate Systems and software Quality Requirements and Evaluation (SQuaRE). Il suo scopo è quello di fornire una panoramica generale dei contenuti SQuaRE, dei modelli e delle definizioni di riferimento comuni, nonché delle relazioni tra i documenti, consentendo agli utenti della Guida una buona comprensione di quelle serie di norme, secondo il loro scopo di utilizzo. Contiene anche una spiegazione del processo di transizione tra la vecchia ISO/IEC 9126 e la serie ISO/IEC 14598 e SQuaRE.

Adotta la ISO/IEC 25000:2014.

Il secondo, UNI1611876, fornisce un’elaborazione del processo di misurazione da ISO/IEC 15288 e ISO/IEC 12207. Il processo di misurazione è applicabile alle discipline di ingegneria e gestione dei sistemi e del software. Inoltre, è descritto attraverso un modello che definisce le attività del processo di misurazione necessarie per specificare adeguatamente quali informazioni di misurazione sono richieste, come applicare le misure e i risultati dell’analisi e come determinare se i risultati dell’analisi sono validi. Tale processo è flessibile, personalizzabile e adattabile alle esigenze dei diversi utenti. Supporta la definizione di un insieme adeguato di misure che rispondano a specifiche esigenze di informazione. Identifica le attività e i compiti necessari per identificare, definire, selezionare, applicare e migliorare la misurazione con successo all’interno di un progetto complessivo o di una struttura organizzativa di misurazione. Fornisce inoltre le definizioni per i termini di misurazione di uso comune.

Adotta la ISO/IEC/IEEE 15939:2017.

Procediamo con la commissione UNI/CT 043 – Sicurezza della società e del cittadino che rivolge l’attenzione a due progetti.

Entriamo nel merito.

Il primo, UNI1611864, fornisce una guida per ospitare e organizzare eventi a livello cittadino o regionale. Fornisce principi applicabili a chiunque ospiti e organizzi eventi. Questo documento sarà d’aiuto nella pianificazione e realizzazione di un evento sicuro, protetto e sostenibile.

Adotta la ISO 22379:2022.

Il secondo, UNI1611863, fornisce una guida sulla gestione delle crisi per aiutare le organizzazioni a pianificare, stabilire, mantenere, riesaminare e migliorare continuamente una capacità strategica di gestione delle crisi. Questa guida può aiutare qualsiasi organizzazione nell’intento. È applicabile al top management con responsabilità strategiche per la realizzazione di una capacità di gestione delle crisi in qualsiasi organizzazione. Può essere utilizzato anche da coloro che operano sotto la direzione del top management.

Adotta la ISO 22361:2022.

E ancora è la commissione UNI/CT 004 – Ambiente che si è occupata di quattro progetti. Eccoli qui di seguito.

Il primo, UNI1611868, fornisce i requisiti per la valutazione e l’uso del metodo di prova per i sensori di profondità della neve. Il presente documento si applica ai seguenti tipi di sensori automatici di profondità della neve che impiegano diverse tecnologie di rilevamento mediante le quali i sensori misurano la distanza dalla superficie della neve al sensore: a) di tipo ultrasonico, noto anche come sensori di profondità a rilevamento sonico; b) sensori di profondità della neve laser ottici inclusi sensori di profondità della neve a punto singolo e multipunto; c) Altri sensori di profondità della neve.

Adotta la ISO 23435:2022.

Il secondo, UNI1611869, specifica un metodo per la determinazione degli ossidi di azoto (NOx) nei gas di scarico di fonti fisse e descrive la struttura fondamentale e le principali caratteristiche prestazionali dei sistemi di misurazione automatizzati. Nasce dalla necessità di colmare una lacuna normativa.

Adotta la ISO 10849:2022.

Il terzo, UNI1611870, specifica una determinazione della formaldeide (HCHO) e di altri composti carbonilici (aldeidi e chetoni) nell’aria. Si tratta di un metodo di campionamento attivo. Nasce dalla necessità di colmare una lacuna normativa.

Adotta la ISO 16000-3:2022.

Il quarto ed ultimo, UNI1611891, specifica i principi, i requisiti e le linee guida per la verifica e la convalida delle dichiarazioni sull’ acqua. È applicabile alla verifica e convalida organizzativa, di prodotto e di progetto e può anche essere utilizzato per fornire fiducia nelle informazioni sull’acqua riportate a livello locale, regionale o nazionale. Questo documento è indipendente dal programma. Se un programma è applicabile, i requisiti di tale programma sono aggiuntivi ai requisiti del documento. Nasce dalla necessità di colmare una lacuna normativa.

Adotta la ISO 14017:2022.

Concludiamo con la commissione UNI/CT 042 – Sicurezza e il progetto UNI1611890 che specifica i requisiti e i metodi di prova per i dispositivi di ancoraggio.

Tali dispositivi sono destinati ad essere utilizzati con i sistemi di protezione personale dalle cadute, per impedire ed arrestare la caduta delle persone, fissati in modo permanente sugli edifici e/o in opere di ingegneria civile. Il documento include anche i requisiti per la durata, la marcatura, l’installazione, il montaggio, la documentazione, il funzionamento e la manutenzione. Nasce dalla necessità di migliorare e definire meglio i requisiti di sicurezza minimi che i dispositivi di ancoraggio devono soddisfare per minimizzare i rischi legati alla caduta delle persone.

Sostituisce la UNI 11578:2015.

L’inchiesta pubblica preliminare è un passaggio fondamentale del processo normativo perché aiuta a capire se:

  • il mercato ha bisogno di queste norme
  • ci sono altri bisogni da soddisfare
  • ti interessa partecipare

Lo sviluppo di uno standard deve avere luogo solo di fronte a un reale beneficio

Per questo il tuo parere è importante: aspettiamo i tuoi commenti

(>> vai alla banca dati)

Scopri come partecipare alle attività di normazione

(>> vai alla sezione Associazione)

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

logo uni 2022 su magazine qualità

2022-11-16T18:14:07+01:00Novembre 16th, 2022|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima